Servizi On Desk» Diritto annuo
DIRITTO ANNUALE ANNO 2008
(D.M. 1 febbraio 2008 pubblicato sulla G.U. n. 54 del 4/3/2008)


DIRITTO DOVUTO IN MISURA FISSA

Natura giuridica Importo Sede Importo U.L.

  • Impresa individuale
    (iscritta sez. speciale)
€ 88,00 € 18,00

  • Societa semplici agricole
€ 88,00 € 18,00

  • Societa semplici non agricole
€ 144,00 € 29,00

  • Societa fra avvocati
    di cui al comma 2 art. 16 D. L.gs 2/2/2001 n. 16
€ 170,00 € 34,00

  • Sedi secondarie e unita locali con sede estera
€ 110,00 =


DIRITTO DETERMINATO APPLICANDO LE ALIQUOTE PER SCAGLIONE DI FATTURATO
Si rammenta che dal 2008 e venuto meno il regime transitorio che prevedeva la clausula di salvaguardia finalizzata a contenere eventuali variazioni significative dei diritti.
Pertanto, anche le imprese individuali (iscritte in sezione ordinaria), le societa cooperative, le societa di persone e i consorzi sono tenuti a effettuare il versamento secondo la tabella sotto riportata cosi come tutte le altre imprese iscritte in sezione ordinaria.
Per ogni unita locale va versato un importo pari al 20% di quello dovuto per la sede principale fino ad un limite massimo di euro 200,00.

Scaglioni di fatturato Misure fisse e aliquote
da euro a euro  
  fino a 100.000,00 200,00 euro (misura fissa)
oltre 100.000,00 250.000,00 0,015%
oltre 250.000,00 500.000,00 0,013%
oltre 500.000,00 1.000.000,00 0,010%
oltre 1.000.000,00 10.000.000,00 0,009%
oltre 10.000.000,00 35.000.000,00 0,005%
oltre 35.000.000,00 50.000.000,00 0,003%
oltre 50.000.000,00 0,001% (fino ad un massimo di 40.000,00 euro)

DIRITTI DI PRIMA ISCRIZIONE ANNO 2008
i suddetti importi sono in vigore dal 5 marzo 2008
(un giorno dopo la pubblicazione del decreto 1 febbraio 2008)
Natura giuridica Importo Sede Importo U.L.

  • Impresa individuale
    (iscritta sez. speciale)
€ 88,00 € 18,00

  • Impresa individuale
    (iscritti sez. ordinaria)
€ 200,00 € 40,00

  • Societa semplici agricole
€ 88,00 € 18,00

  • Societa cooperativa
€ 200,00 € 40,00

  • Consorzi
€ 200,00 € 40,00

  • Societa semplici non agricole
€ 144,00 € 29,00

  • Sedi secondarie e unita locali con sede estera
€ 110,00 =

  • Societa fra avvocati
    di cui al comma 2 art. 16 D. L.gs 2/2/2001 n. 16
€ 170,00 € 34,00

  • Societa di persone
€ 200,00 € 40,00

  • Societa di capitali
€ 200,00 € 40,00

  • Nuove unita locali di imprese gia iscritte in sez. ordinaria
€ 40,00


MODALITA' DI VERSAMENTO
Il versamento del diritto va eseguito esclusivamente tramite il modello di pagamento unificato F24 già utilizzato per il versamento delle imposte sui redditi, entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto di tali imposte.
Questa procedura consente ai contribuenti di usufruire della possibilità di compensare, immediatamente, quanto dovuto per il diritto annuale con eventuali crediti vantati per altri versamenti (tributi e/o contributi).

COMPILAZIONE MODELLO F24
Compilazione della Sezione ICI ed altri tributi locali
In questa sezione l'impresa è tenuta ad indicare nello spazio riservato a "Codice ente/comune", la sigla automobilistica della Camera di commercio a cui il pagamento è indirizzato (per Brescia: BS). L'impresa è tenuta inoltre ad indicare nelle apposite colonne il codice tributo 3850 per il quale si effettua il versamento e l'anno a cui si riferisce il versamento stesso da indicare con quattro cifre (2008). Infine l'impresa deve indicare l'importo del diritto nello spazio riservato agli "Importi a debito versati".
Le imprese che esercitano l'attività in più provincie devono indicare l'importo per ciascuna Camera di commercio a cui è dovuto.
Esempio di compilazione modello (ipotesi di impresa individuale, iscritta in sezione speciale, con sede principale a Brescia, due unità locali a Milano)

codice
ente
codice tributo rateazione anno di
riferimento
importi a debito
versati
importi a credito
compensati
BS 3850 (non compilare) 2008 88,00 (non compilare)
MI 3850 (non compilare) 2008 36,00 (non compilare)
           
           


Esempio di compilazione modello (ipotesi di impresa con sede principale a Brescia e due unità locali a Milano, che ricade nel primo scaglione)

codice
ente
codice tributo rateazione anno di
riferimento
importi a debito
versati
importi a credito
compensati
BS 3850 (non compilare) 2008 200,00 (non compilare)
MI 3850 (non compilare) 2008 80,00 (non compilare)
           
           


TERMINI DI VERSAMENTO
Per il 2008, entro i termini previsti dall'art. 17 del d.p.r. 7 dicmbre 2001, n. 435.
Per le società di persone e le imprese individuali la scadenza per il pagamento è il 16 giugno 2008. Se il pagamento del diritto viene effettuato dal 17 giugno al 16 luglio 2008, l'importo deve essere aumentato dello 0,40% e, in questo caso, sarà sufficiente compilare un unico rigo del modello F24 comprendente l'importo del diritto e la maggiorazione dello 0,40%. (Per l'arrotondamento dello 0,40%, si applica la regola generale dell'arrotondamento al centesimo di euro e cioè: se il terzo decimale è inferiore o uguale a 4, il secondo decimale si arrotonda per difetto, se è uguale o superiore a 5 si arrotonda lo stesso 2° decimale per eccesso).
Per le altre imprese il versamento deve essere effettuato entro il 16 del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d'imposta. I soggetti che in base a disposizioni di legge approvano il bilancio oltre il termine di quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio, devono versare il diritto annuale entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio. I versamenti possono essere effettuati entro il trentesimo giorno successivo ai termini indicati, maggiorando le somme da versare dello 0,40% secondo le modalita e gli arrotondamenti gia ricordate per le societa di persone.
Le imprese che hanno l'esercizio a cavallo di due anni, e che approvano il bilancio dopo il 30 giugno devono pagare il diritto annuale entro il termine della scadenza del 1‹ acconto delle imposte sui redditi.

SOGGETTI NON OBBLIGATI AL PAGAMENTO DEL DIRITTO ANNUALE 2008

  • Le imprese nei confronti delle quali sia stato adottato un provvedimento di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa nell'anno 2007 (salvo sia stato autorizzato l'esercizio provvisorio dell'attivita);
  • le imprese individuali che abbiano cessato l'attivita nell'anno 2007 e abbiano presentato la domanda di cancellazione dal Registro delle imprese entro il 30 gennaio 2008;
  • le societa ed altri enti collettivi che abbiano approvato il bilancio finale di liquidazione nell'anno 2007 e abbiano presentato la domanda di cancellazione al registro delle imprese entro il 30 gennaio 2008;
  • le societa cooperative nei confronti delle quali l'Autorita governativa abbia adottato un provvedimento di scioglimento nell'anno 2007 (art. 2544 cc);
  • i soggetti per i quali e prevista esclusivamente l'iscrizione al repertorio economico amministrativo (REA) e non anche al registro delle imprese: enti morali, associazioni, fondazioni e altri soggetti collettivi senza scopo di lucro che svolgono in modo non prevalente un'attivita economica finalizzata al raggiungimento degli scopi statutari.


SANZIONI AMMINISTRATIVE
Si rammenta che:

  • nei casi di tardivo pagamento si applica una sanzione amministrativa pari al 10% dellfammontare del diritto dovuto, salvo maggiorazioni, come previsto dal Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Camerale n. 2/C del 23 febbraio 2007.
  • nei casi di omesso pagamento si applica una sanzione amministrativa pari al 30% dellfammontare del diritto dovuto, salvo maggiorazioni, come previsto dal succitato Regolamento.


ULTERIORI PRECISAZIONI
Nel caso di trasferimento della sede legale o principale in altra provincia, il diritto è dovuto alla camera di commercio ove è ubicata la sede legale o principale al 1° gennaio dell'anno a cui si riferisce il pagamento o alla diversa data se l'impresa è stata costituita successivamente al 1° gennaio.

Il contribuente è tenuto a riportare con particolare attenzione il codice fiscale, i dati anagrafici e il domicilio fiscale dell'impresa.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Art. 17, Legge 23 dicembre 1999 n. 488
Art. 18, Legge 29 dicembre 1993, n. 580 e successive modifiche
Decreto 11 maggio 2001, n. 359
Decreto interministeriale 1 febbraio 2008

DOVE RIVOLGERSI
Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare l'ufficio diritto annuale della Camera di commercio di Brescia (utilizzando la modalità di richiesta on-line sul sito camerale www.bs.camcom.it - call center 199 500 111) o recarsi personalmente presso gli sportelli polifunzionali di Brescia, Breno e Lonato nei seguenti orari:
dal lunedì al mercoledì: dalle ore 08.30 alle ore 12.15 e dalle ore 13.45 alle ore 15.45;
il giovedì e venerdì: dalle ore 08.30 alle ore 12.15.